Amati intrusi

Amati intrusi, più che un titolo un contrappunto.
Amati intrusi è un progetto di Doris Maninger realizzato con il supporto di Enrico Pulice , di Maurizio Alampi e di Maria Faragò, che non è solo un’installazione di proiezioni sulle case del paese, ma ci racconta una storia. La storia di un’artista che un anno fa ha ascoltato le vite di Zagarise, i loro suoni, le loro parole, le loro giornate, facendosi incantare dalle suggestioni che la vitalità del borgo le esprimeva.
Amati intrusi sono le persone “fatte accomodare” con gioia in una casa, nell’ansia del potersi raccontare e nel piacere dei rituali del decoro. Ma anche gli oggetti sedimentati una generazione dopo l’altra e tollerati come presenze familiari anche se mai sentite come esclusivamente proprie, come se si trattasse più di possesso provvisorio che di proprietà.
Un lavoro di ricerca e sperimentazione in continuo divenire, quello di Doris Maninger che incontrerete al Festival con due mostre personali.
“Il disegno” ci dice “è sempre una traduzione”. E le pareti diventano tele nelle sue mani.

Dal 19 al 23 ottobre a Zagarise

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...